Le tane fredde

Nel cuore della città di Ubud si trova la Monkey Forest, una vera e propria oasi di foresta in cui sono immersi tre templi sacri e abitata da più di 500 scimmie divise in clan. Ecco un assaggio del nostro giro tra cuccioli di scimmia, scimmie obese nutrite dai turisti e scimmie ladre: una ci ha rubato prepotentementrre la bottiglia d’acqua da un litro e mezzo, ha aperto il tappo e si è dissetata… un’altra ci ha strappato di mano i biglietti d’entrata. La Ale è coraggiosamente sopravvissuta all’attacco di una mamma intenta a proteggere il suo cucciolo impaurito.

“L’hanno portato al di là del fiume, alle Tane fredde. Il ragazzo mi ha pregato di avvertirti, disse Chil mentre volteggiava sopra di loro. Grazie di averci avvisato, disse Baloo. Non potevo fare altrimenti, rispose Chil. Il ragazzo conosceva la parola maestra…”

Ed eccoci immersi tra scimmie saltanti e rumorose: sicuramente Kipling le ha osservate bene prima di descriverle nel Libro della Jungla, perché queste scimmiette sono proprio come le Bandarlog in tutto e per tutto, e passeggiando per la Monkey Foreste sembra di essere alle Tane Fredde, la loro casa nel racconto. Vi avevamo scritto che vi avremmo presentato anche un altro famoso racconto che ha delle sorprendenti somiglianze con le storie leggendarie che qui si raccontano: nel video trovate la rappresentazione, sotto forma di bassorilievo, dell’episodio della caccia di Kaa. Stupefacente!!

One comment Add yours

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei umano? *